Fumi di scarico delle caldaie: aumentano i casi in cui possibile scaricare a parete

Il Decreto Legislativo 4 luglio 2014, n. 102, riguardante l’efficienza energetica, incrementa i casi in cui è possibile scaricare a parete i fumi delle caldaie, in deroga all'obbligo di scaricare i fumi sopra il tetto dell'edificio.

In particolare, ora sono ammessi anche i seguenti casi:
- installazione di caldaie a condensazione in ristrutturazioni di impianti termici individuali già esistenti, siti in stabili plurifamiliari, qualora nella versione iniziale non dispongano già di camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione con sbocco sopra il tetto dell’edificio, funzionali e idonei o comunque adeguabili alla applicazione di apparecchi a condensazione;
- installazione di generatori ibridi compatti, composti almeno da una caldaia a condensazione a gas e da una pompa di calore e dotati di specifi ca certificazione di prodotto.

I generatori dovranno tuttavia rispettare specifiche prescrizioni riguardanti i rendimenti e/o le emissioni.

 


inserito il 01/08/2014 alle ore 08:00:00

 
 
 

| Chi Siamo | Mappa | Contatti | NEWS | NewsLetter | Messaggi | Gallery | Video | Cerca nel portale |

 

 
  | PROGETTAZIONE | SICUREZZA | FORMAZIONE | PREVENZIONE INCENDI | ACUSTICA | AMBIENTE |  
  | Links Utili | Copyright 2014-2019 Julia Engineering Sas | Partita IVA 02398990545 | Disclaimer - Privacy| Cookies Policy|